: Chanson pour instruments à vent (1974) :
 
per arpe eolie, 1 esecutore
durata: var., 11' ca / 1a es.: RAI Milano 1974 


mario bertoncini - chanson

Composto nel 1974, il lavoro comprende un assemblage di generatori sonori meccanico/elettronici basati sul fenomeno dei suoni eolici (una »scultura di suono«) amplificati elettronicamente ed eccitati in tempo reale sia dal fiato che da getti d’aria compressa.
La nozione di scultura di suono è soltanto un’immagine metaforica relativa al grado di limitazione, riguardo alle altezze, al timbro, al modo d’attacco, imposta agli strumenti all’atto della costruzione di essi e non va quindi confusa con una installazione visiva o plastica propriamente detta.

Il compositore suggerisce per questo pezzo un ascolto privo di preconcetti formali o dialettici (ad es. quello connesso alla modulazione ritmica) e desidererebbe che il pubblico concentrasse piuttosto la propria attenzione sulle variazioni di colore relative alla modulazione del formante armonico.

© 2007-2016 mario bertoncini : note legali